Collezioni Mineralogiche e Raccolte Geonaturalistiche

Le collezioni mineralogiche e le raccolte geonaturalistiche sono di rilevante valore scientifico, didattico ed ostensivo, con più di 4.500 campioni di provenienza italiana ed estera, suddivisi su base sistematica ed esposti in gruppi di vetrine.

Gabinetto di Fisica: Museo Urbinate della Scienza e della Tecnica

Il Museo del Gabinetto di Fisica, ubicato nel settecentesco Palazzo degli Scolopi e formalmente costituito nel 1988, ha origini che lo collocano come la più antica istituzione scientifica dell’ateneo urbinate.

Centro Orto Botanico

L’Orto Botanico di Urbino è stato fondato nel 1809 sull’area che, sin dal 1286, rappresentava l’orto maggiore del convento dell’ordine dei frati minori di San Francesco (già orto dell’abbazia e monastero di S. Angelo).

Museo dei Gessi

Il Museo dei Gessi conserva un piccolo e pregiato nucleo di calchi in gesso, per la maggior parte storici (secc. XVIII-XIX), acquisiti dall’Istituto di Belle Arti delle Marche subito dopo la sua fondazione a Urbino nel 1861.

Sistema museale di Ateneo

Il Sistema Museale di Ateneo (SMAUrb), istituto nel 2021, promuove la conoscenza, la conservazione, la tutela e la valorizzazione trasversale e integrata del patrimonio oggi conservato in diversi spazi museali, collezioni e raccolte dell’Università.

Il Gabinetto di Fisica-Museo Urbinate della Scienza e della Tecnica (Palazzo degli Scolopi), il Centro Orto Botanico (Complesso conventuale di San Francesco), il Museo dei Gessi (Palazzo Albani) e le Collezioni Mineralogiche e Raccolte Geonaturalistiche (Polo Volponi) compongono il nucleo fondante dello SMAUrb.

La collocazione dei beni in sedi di rilevante interesse storico-culturale e la distribuzione di queste entro le mura di Urbino (sito Unesco) concorrono a potenziare il valore specifico di ciascuna collezione o raccolta, offrendo alla comunità patrimoniale di studenti, cittadini e turisti una suggestiva cornice di visita e partecipazione.

Presentazione

Presentazione al pubblico del Sistema Museale di Ateneo (SMAUrb), in concomitanza con l’inaugurazione del sito web ad esso dedicato presso l’Aula Magna del Rettorato di  Palazzo Bonaventura (Urbino, via Saffi 2).

APERTURE STRAORDINARIE

International Museum Day — Notte bianca dei Musei

La Carlo Bo apre le porte del Gabinetto di Fisica, dell’Orto Botanico, del Museo dei Gessi e delle Collezioni Mineralogiche e Raccolte Geonaturalistiche per condividere un patrimonio storico-artistico e scientifico che, come la città, è patrimonio dell’umanità.

Edizione 2019 | Edizione 2018

FAI — Giornate di Primavera

Le Giornate FAI di Primavera sono occasione per (ri)scoprire l’immenso patrimonio culturale e paesaggistico del nostro Paese, fatto di luoghi interessanti, curiosi e insoliti. Tra questi sono anche gli spazi dello SMAUrb.

Edizione 2019

Per le scuole

Contatta i singoli musei, collezioni e raccolte per pianificare una visita o un percorso didattico più articolato.
Ti illustreremo con piacere anche alcune proposte tematiche integrate (SMAUrb Backstage; Racconti dallo SMAUrb).

PATRIMONIO ALTROVE

I prestiti per le mostre:

2021 Raffaello Domus Aurea

Museo dei Gessi: calco del Gruppo del Laocoonte, prestito per la mostra Raffaello e la Domus Aurea. L’invenzione delle grottesche (Roma, Parco Archeologico del Colosseo 23.06.2021-07.01.2022)  

2021 Diamantini

Ateneo: dipinto San Girolamo e l’Angelo del Giudizio, prestito per la mostra Giuseppe Diamantini: pittore e incisore dalle Marche a Venezia (Fossombrone 31.07-17.10.2021)

SMArriti

Condividi con noi la tua personale memoria (foto, video, breve testo di max. 2.500 battute spazi inclusi) inviandola entro il 31 ottobre 2022 all’indirizzo smaurb@uniurb.it. I documenti più significativi per ricostruire la lunga storia del patrimonio archeologico, architettonico, storico-artistico e scientifico dell’Ateneo saranno presentati in un apposito evento a chiusura dello stesso anno.

ACCESSIBILITÀ E MODALITÀ DI VISITA

In ogni sede il numero degli accessi è regolamentato in rapporto alla natura degli spazi.

Per l’abbattimento delle barriere architettoniche e l’ingresso con ausili (carrozzine, passeggini etc.) nonché per la possibilità di realizzare foto e riprese amatoriali si prega di verificare la pagina di ciascun museo, collezione, raccolta.

Negli spazi espositivi si invita ad osservare un comportamento rispettoso di persone e beni. Cellulari e altri dispositivi mobili vanno silenziati e usati con discrezione per non disturbare la visita altrui.

Eventuali accadimenti anomali (malore, incidente etc.) vanno immediatamente segnalati al personale in sede.

In caso di allarme derivante da eventi critici, si raccomanda di osservare le indicazioni della segnaletica e del personale in sede.

Si ricorda che le sedi dell’Università restano chiuse nei giorni festivi, nel pomeriggio dei prefestivi e durante tutte le festività previste dal calendario.

Non è consentito:

  • introdurre valigie e bagagli di ogni genere; ombrelli, bastoni ed oggetti appuntiti, taglienti o contundenti; sostanze e strumenti pericolosi o lesivi per la sicurezza di persone e cose; animali (fatta eccezione per i cani guida a supporto dei diversamente abili);
  • toccare vetrine, basamenti ed opere esposte;
  • correre, consumare cibi e bevande, fumare (compresa la sigaretta elettronica)
  • accedere a spazi non compresi nel percorso di visita (salvo esplicita autorizzazione)
  • superare eventuali barriere di protezione
  • gettare a terra materiali e imbrattare pareti e strutture
  • fare riprese fotografiche o video professionali (salvo specifica autorizzazione)

IL GALATEO AL MUSEO